Fuzzbunch ed Empire su Kali linux – exploiting Win7 x86 video

Attacco a Windows con Fuzzbunch ed Empire

In questo video vedremo un attacco completo con fuzzbunch ad una macchina target Windows 7 Enterprise.

Creiamo una DLL malevola da iniettare nel target; grazie ad essa riusciremo ad instaurare una connessione verso il listener di Empire su kali linux.

Da qui in poi, eseguire comandi sul sistema remoto sarà un gioco da ragazzi!

Continua la lettura

Apple OS X Yosemite, nuovo exploit locale: così piccolo che sta in un tweet!

macosx exploit

Povera Apple!

Non se la sta passando proprio bene in questi ultimi tempi.

Il ricercatore Stefan Esser ha scoperto una nuova falla nell’ultima versione stabile del sistema operativo dell’azienda di Cupertino.

OS X Yosemite – Every bit as vulnerable as it looks

Yosemite consente facilmente ad un qualsiasi utente di sistema di elevare i propri privilegi a quelli di amministratore.

L’exploit è così semplice da poter stare in un tweet: qualche sequenza di comandi shell e si ottiene il pieno controllo della macchina target.

Continua la lettura

Remote Code Execution (con alti privilegi) su milioni di Smartphone Samsung

swiftkey-samsung

E’ notizia di questi ultimi giorni la scoperta di una nuova vulnerabilità di tipo RCE (Remote Command Execution) su gran parte degli smartphone Samsung.

Una persona in grado di manipolare il traffico di rete della vittima, sfruttando la falla presente nel software della tastiera dei dispositivi Samsung, può trasformare l’aggiornamento della stessa nel download di un software malevolo, riuscendo così ad eseguire codice con privilegi di sistema.

Continua la lettura

Rubare credenziali è facile, quasi come leggere la posta (con iOS Mail)

mail.app injection

Molte delle persone che stanno leggendo questo articolo possiedono un iPhone o un iPad e probabilmente la quasi totalità di queste utilizza l’applicazione predefinita di iOS per leggere la propria posta elettronica.

Se una di quelle persone sei proprio tu, fai molta attenzione, perchè una vulnerabilità del client email di Apple non ancora corretta, può mettere seriamente a rischio i tuoi servizi personali come iCloud (vi dice niente il tag #fappening?) Continua la lettura